Cara, posso spiegarti…

null L’adulterio nel Regno Unito è sempre stata una cosa piuttosto seria. Così seria che un famoso re fondò una sua Chiesa per passare tranquillamente da una moglie all’altra, senza essere tediato dal Papa di turno. Così seria che i tabloid nazionali non fanno che inseguire reali, nobili e plebei famosi alla ricerca della tresca nascosta. Così seria che il Financial Times (mica il Sun!) ha deciso di raccogliere statistiche e dati sullo spinoso tema e di farle commentare alla sociologa Pamela Duckerman, esperta di tradimenti e autrice del libro “Lust in translation: the rules of infidelity from Tokio to Tennessee”.
Ed ecco cosa ha scoperto l’autorevole quotidiano. La parte del leone (o del mandrillo, visto l’argomento) la fanno l’Africa e il Terzo Mondo dove una fetta compresa fra il 40 e il 20 per cento della popolazione maschile ammette di tradire la propria partner. I più svegli di tutti sono i maschietti del Togo: ben il 37 per cento non si accontenta del talamo coniugale. Poi, però, si scopre che solo lo 0,5 per cento delle donne del Togo dichiara di tradire il compagno e questo suscita qualche interrogativo inquietante, visto che i conti proprio non tornano.
Stesso discorso vale per l’America Latina dove oltre il 10 per cento degli uomini dichiara attività extraconiugali di fronte a un misero 1 per cento di donne che dichiara di fare altrettanto. Ma si sa che l’America Latina è un posto pieno di risorse. In Giappone, invece, tradire la moglie è una usanza consolidata, lo fanno tutti gli uomini. Però nei sex-club, a pagamento, e quindi non è classificabile come adulterio, almeno secondo gli interessati.
Le donne iniziano a darsi un po’ da fare nei paesi occidentali. Le più attive sono le norvegesi (che difendono la solida reputazione delle donne scandinave) con un 6,6 per cento di fedigrafe. In Gran Bretagna la percentuale scende allo 3,5 per cento, negli Usa si arriva al 3 per cento e in Francia al 2. E in Italia? La fama di latin lover del maschio nostrano viene fuori piuttosto ridimensionata visto che, secondo questo studio, solo il 3 per cento degli uomini e lo 0,9 delle donne dichiara di tradire il coniuge. Insomma, come al solito: tutti chiacchiere e distintivo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: