La politica e la mortazza

gramazio e strano

E’ difficile pretendere che i cittadini nutrano rispetto per le istuzioni, quando i primi a non rispettarle sono proprio quelli che (spesso indegnamente) le occupano e le rappresentano. Non c’è molto da meravigliarsi se il paese è pervaso da un’ondata di antipolitica, quando la politica ci offre spettacoli come quello a cui abbiamo assistito ieri in Senato e fuori. Ma la strada non è una sede istituzionale e se qualcuno ha voglia di allestire i maxi schermi in piazza, manco la caduta di un governo fosse una finale del Mondiale, e fare i carri carnevaleschi per festeggiare, faccia pure. I cittadini giudicheranno in base alla propria sensibilità l’opportunità di certe manifestazioni.
Quello che abbiamo visto ieri in aula, invece, è molto più grave e ci ha fatto andare di traverso la contentezza per la caduta di un governo che non ci è mai piaciuto. E non ci riferiamo tanto alla rissa sfiorata sui banchi dell’Udeur, con tanto di sputi (veri o simulati) e di svenimenti, manco stessimo assistendo ad una sceneggiata napoletana. Il senatore Barbato era evidentemente in preda all’ira del momento e il suo gesto, per quanto deprecabile, almeno non era pianificato.
Ma la festa a base di champagne e mortazza (accoppiamento non certo da palati fini), esplosa sui banchi di An, di improvvisato doveva avere ben poco. Che imbarazzo vedere le bottiglie che roteavano nell’aria, stile vittoria al GP, inondando di schiuma i banchi vicini. Che vergogna vedere un senatore che si ingozzava di fette di mortadella, manco fosse Corrado Guzzanti in una imitazione di Funari. Che tristezza vedere i commessi che cercavamo disperatamente di strappare le fette di suino dalle mani dei senatori. Era il Senato della Repubblica, una delle sedi della Repubblica italiana, non l’osteria sotto casa vostra. Dove, forse, ci si comporta meglio.

Annunci

7 Risposte to “La politica e la mortazza”

  1. Fontan Blog » La politica e la vergogna - Il blog degli studenti. Says:

    […] webinfo@adnkronos.com: […]

  2. unaperfettastronza Says:

    Osteria del gallo d’oro, per la precisione.
    Ieri ho scritto un post molto simile, ma nella guzzantilingua

  3. gabibbo Says:

    sono d’accordo, al 101%; come ho scritto da me, questo senatore di AN Almirante l’avrebbe preso a pedate… ma erano altri tempi, la seconda Repubblica è fatta di macchiette.

  4. Appunti Blog IT » La politica e la vergogna Says:

    […] webinfo@adnkronos.com: […]

  5. luca Says:

    brava babs, 🙂 ma ci conosciamo?

  6. jazztrain Says:

    Che volete, questi sono i rappresentanti della destra italica e questa è la destra italiana.

  7. Babs Says:

    Alcuni rappresentati di un certo tipo di destra italiana. Più giusto. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: