La rivoluzione di Nojoud

Chissà se la piccola Nojoud ha compreso appieno quello che il suo gesto significa per le donne di tutto il mondo e per quelle oppresse in particolare. A vederla con la sua magliettina rosa, mentre mangia felice una fetta di torta al cioccolato e abbraccia il suo nuovo amico, un enorme orsacchiotto di peluche rosso, sembrerebbe quasi di no. Sembra solo una bambina che era stata costretta a diventare adulta e che, con la cocciutaggine di tutti i bambini, ha voluto indietro la sua infanzia. Eppure Nojoud Nasser, yemenita di otto anni, ha compiuto un atto rivoluzionario che accende la speranza e ha commosso tutto il mondo. (continua su Ideazione)

Annunci

Una Risposta to “La rivoluzione di Nojoud”

  1. francesco Says:

    allibito. allibito ma contento per l’epilogo di questa storia. Non ero al corrente delle “sfumature”dietro quella legge sbagliata. Legge che vige ad oggi anche nelle comunità rom.
    Ho sorriso, per la felicità, quando ho letto della sua fuga e delle parole da grande e sagge uscite dalla bocca di Nojoud davanti al Tribunale. Una ragazza che per il male subito è già adulta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: