A chi fa comodo la caccia al fascista?

Verrebbe da dire che una certa sinistra perde il pelo ma non il vizio, se non fosse che la frase è fin troppo abusata e che, oltretutto, non calza. Perché questa sinistra non ha perso nemmeno il pelo e, anzi, ci si fodera accuratamente lo stomaco, pronta a strumentalizzare ogni evento tragico alle sue vecchie logiche. E a ritirare fuori dal cassetto slogan che, sinceramente, speravamo riposti per sempre. Ma invece non è così e, fra gli eventi luttuosi e criminali degli ultimi giorni, l’unico che ancora non sia stato attribuito all’ondata travolgente di fascismo che starebbe spazzando l’Italia, è lo straripamento dell’Aniene a Castel Madama. Ma ci sono ancora speranze. Per il resto su tutti i giornali, su tutte le reti, in tutti i dibattiti, è un continuo fiorire di “dagli al fascista”, tutto un vivisezionare situazioni, dichiarazioni, moventi alla ricerca del dettaglio che giustifichi il ricorso alla valanga di parole d’ordine da anni Settanta. Da Verona a Ponticelli, dal Pigneto alla Sapienza, a qualsiasi atto di criminalità e di teppismo viene attribuita senza alcuna esitazione la matrice politica, anche quando gli stessi inquirenti la escludono con decisione. Ma tanto non importa, sono i fascisti, tornati fuori dalle fogne, perché il centrodestra ha vinto le elezioni. (continua su Ideazione)

Annunci

10 Risposte to “A chi fa comodo la caccia al fascista?”

  1. Giano Says:

    Fa parte della loro strategia, da sempre. Ed alla fine, con il sostegno della stampa sinistra (quasi tuttta) diventa questa la lettura dei fatti, la verità. A Ponticelli, riferito da alcuni giornali, ma subito dimenticato, c’era in bella evidenza uno striscione contro i Rom della locale sezione comunista. Ma fa comodo parlare di fascisti e di destra. Coraggio, buona giornata 🙂

  2. Giano Says:

    Pardon, forse era al Pigneto. Ma, Pigneto o Ponticelli, la sostanza non cambia. Ciao

  3. Nicola Parente Says:

    Sono gli stessi di sempre, ma gli italiani hanno mangiato la foglia e non li seguono più. Le faziosità alla Travaglio, la demonizzazione dell’avversario di staliniana memoria, la mistificazione a senso unico della realtà sono dure a scomparire.
    Basti notare come, almeno inizialmente, la stampa “di sinistra” abbia parlato all’unisono di “aggressione fascista”, quando dal comunicato della Digos che ricostruisce i fatti si capisce benissimo che le cose non sono andate così.

  4. Angel Says:

    a chi fa comodo la caccia al rom? a chi fa comodo la caccia al trans? a chi fa comodo la caccia al gay? e quella al bengalese? o quella al clandestino in se che deve essere per forza un criminale? Questo dovreste chiedervi. mi stupisce che una liberale come te sembra quasi giustificare un’ondata di violenza e PAURA contro il “diverso” che non può che essere di matrice fascista e razzista. Se poi questo clima di paura si diffonde anche tra molti cittadini di sinistra nn c’è da vantarsi, al contrario è preoccupante. Se poi per voi novelli sedicenti “liberali” 4 EPISODI DI VIOLENZA IN UNA SETTIMANA dico 4 EPISODI(il radio speaker gay, il Pigneto, la Sapienza..e Kledi..) nella Capitale sono una semplice casualità forse credete di prendere in giro i cittadini, li considerate tanto imbecilli da non farci più caso. Un fatto è certo che anche tu ammetti la propaganda di certa destra che VOI avete votato ha agevolato qualche imbecille di troppo che si sente quasi protetto e autorizzato a delinquere. allora dovreste essere voi a chiedervi COME MAI si sente talmente protetto, DA CHI si sente tanto “protetto” per instaurare questo clima di terrore anni 70, perché la responsabilità nn è della sinistra ma proprio di una destra ancora molto lontana da quella europea e che ancora ha frange conniventi con gli estremisti. Ciarrapico docet. E vergognatevi a difendere un convegno sulle Foibe che nn era certo organizzato da Fini o Alemanno..ma da Roberto Fiore, un eversivo piuttosto noto da decenni..

  5. Babs Says:

    Caro Angelo, io non giustifico proprio nessuna delle cose da te elencate e vedo anche che presumi delle cose su di me che non rispondono a verità. Nè mi vanto che certi atteggiamenti vengano adottati anche dalla sinistra, anche perché l’articolo l’ho scritto prima che uscisse l’intervista di Bonini, avevo solo ascoltato le dichiarazioni degli inquirenti. Io dico esattamente il contrario, dico che questi episodi di violenza vanno repressi duramente, proprio per far capire che la legalità vale per tutti, non solo per gli immigrati. Però dimmi se, leggendo i giornali di oggi, non hanno tutti cambiato tono: dallo sdegno per il gruppo di picchiatori fascisti, si sta passando a una descrizione macchiettistica della cosa. Questo Ernesto in fondo è un bonaccione di borgata, gli altri picchiatori difendevano le nonne e le sorelle molestate e poi, pensa tu, fra di loro c’era pure un ragazzo nero. Mica sono razzisti, al massimo sono ragazzi che sbagliano.
    Ti invito, poi, a leggere l’intervista a Migliore su repubblica (purtroppo non è on line, ma la trovi sulla rassegna stampa della Camera) e fatti un’opinione e poi chiediti pure come mai i cittadini non li hanno votati.
    Poi ti sfido a trovare in tutto quello che io ho scritto o fatto nella mia vita una sola frase che possa far pensare che difendo xenofobi, omofobi, estremisti vari. Mi dispiace, caro, ma hai sbagliato indirizzo.
    Non sono d’accordo per niente con l’episodio Sapienza: l’eversivo noto da decenni è stato democraticamente eletto dal popolo italiano e non è che la democrazia vale solo quando eleggono i vari Caruso e Agnoletto. Le foibe sono un evento della storia italiana, sinceramente per me farebbe meglio ad occuparsi di cose più recenti, ma non vedo alcuno scandalo a farci su un convegno. Lo scandalo sono quelli democratici a senso unico. Le accuse di vergogna, scusami, ma le rispedisco volentieri al mittente.

  6. Pippo Says:

    Anno di nascita: 1925 – Curriculum
    Sono stato Balilla (perfino moschettiere-moschetto 91, quello vero dei Carabinieri di allora) poi avanguardista e pur avendo fatto coscienziosamente la premilitare, non ho potuto evitare di perdere la seconda guerra mondiale
    Confesso tuttavia, che nessuno della nostra generazione ha mai raggiunto il grado di imbecillità fieramente ostentato dalle nuove generazioni, frutto delle eccelse ed imperanti culture destro/sinistre attualmente di moda.
    A quei tempi, la politica tra noi era riservata a rarissimi ed isolati imbecilli. Noi, del popolo, ci occupavamo di sport e di conquiste che non avevano nulla di territoriale ma erano rivolte all’eccellente fauna femminile dell’epoca e ci davamo da fare per procacciarci le risorse finanziarie e trovare gli accorgimeti tattici necessari per catturane qualche esemplare che assai sovente, paludato in bianche vesti, finiva alla lunga per portarci in doppio petto e cravatta, davanti ad un Altare.
    Quando ci troviamo tra noi superstiti, il passato, divenuto assai remoto, è condensato su gli attributi e le lotte per la cattura dei più quotati esemplari di quella fauna.
    I superstiti imbecilli di allora, attualmente alquanto attempati, per non perdere le loro peculiari caratteristiche, si sono sempre riconosciuti nel top dell’imbecillità politica corrente da quei lontani tempi ad oggi.
    Quelli che ai giorni nostri non trovano di meglio che battersi tra loro per nebulose questioni desro/sinistre e viceversa, sono coloro che si sono assunti il compito di assicurarne la discendenza.

  7. Angel Says:

    cara Babs, proprio perché da anni seguo te ed altri liberali di Tocqueville sono convinto hai sempre avuto un pensiero critico, autonomo e razionale. per questo mi stupisce la tua difesa d’ufficio che mi pare più un comunicato di Sandro Bondi che un pensiero davvero libero. come quando la valletta Carfagna diceva “non ci sono discriminazioni”..e solo il giorno dopo un siciliano accoltella suo figlio perché gay! E’ questa omertà, questo “silenzio degli onesti” ad irritare perché voi per primi vi fate complici di ciò che accade! bisogna attendere che ci scappi il morto? O addirittura nemmeno quello dato che consideri semplici “bulli da stadio” gli assassini di Nicola a Verona??? solo per questo dovreste vergognarvi, perché inconsciamente minimizzate, e minimizzare è tale e quale a giustificare! ma che discorsi sono..forse se sono dell’88 non sono adulti e vaccinati, responsabili dei propri crimini? la chiave di tutto è l’educazione, e se un giovane è educato all’odio ideologico nei confronti del “diverso” da se è soltanto per un’ideologia razzista, ben presente in alcune frange ultras ed è strano che lo ometti, è una forma di violenza POLITICA. non c’entra nulla nemmeno l’appartenere o meno ad un’organizzazione, ma l’aderire ad un’ideologia che possono coltivare anche singolarmente. C’è un’ampia cronaca a proposito: proprio a Verona sono celebri fatti simili avvenuti negli anni 80 di bande di carnefici..così come è arcinoto il caso del Circeo negli anni 70. in tutti quei casi era presente una matrice neonazista.
    Sono d’accordo con te quando dici che i focolai di violenza son dovuti anche dal malgoverno di certa sinistra che non ha unito l’integrazione a sicurezza e legalità. Fatto sta che i fondi per l’integrazione dei Rom in Italia, per detta di un’eurodeputata LIBERALE ungherese, non sono mai stati utilizzati..nemmeno nei 5 anni di governo Berlusconi.. Fatto sta che il Pigneto viveva episodi molto più drammatici decenni fa, era abbandonato al degrado assoluto tra droga e racket..ora si è trasformato in un’isola multietnica felice dove certo non mancano episodi brutti ma mai si era sfociato ad un fatto simile. i picchiatori del raid sono un gruppo di ragazzini di estrema destra. il pregiudicato con il Che tatuato sul braccio afferma di non conoscerli nemmeno!
    bande di “picchiatori” intrisi di una determinata matrice ideologica ESISTONO..non sfuggite al problema dicendo che inizia la “caccia al fascista” ma chiedetevi voi COME MAI si son risvegliate all’improvviso picchiando ora l’immigrato ora il gay ora il fricchettone..subito dopo la vittoria di Alemanno e del PdL. così i campi rom che bruciano o gli assalti alle prostitute..o gli insulti nei confronti delle singole mamme rumene che portano in braccio un bimbo(accaduto in un bus sempre in Capitale giorni fa ad una signora rumena del tutto integrata!)..non puoi giustificare tutto come se fossero “cose che accadono”. non sarà anche la furia delle “ronde”, della “giustizia fai da te” ovvero il contrario della legalità che solo le forze dell’ordine? E’ evidente un clima di tensione e paura ed lo stesso governo ha il dovere di scongiurare, creando condizioni di sicurezza nn solo contro la criminalità clandestina ma contro ogni forma di odio politico, religioso e razziale. Non il minimizzare come fate ma il condannare apertamente!
    la stessa cosa vale per i vari “Caruso”, non sono io a giustificare i violenti dei collettivi antagonisti, inclusi quelli che bruciano le bandiere d’Israele. il problema non è fare un convegno sulle Foibe ma affidarlo ad un gruppo cui appartenevano persone già segnalate alle autorità giudiziarie e che come simbolo aveva un pugnale..richiamandosi a quello dei colpi di stato anni 70..
    so bene che il sistema dell’informazione è malato, siamo all’80imo posto nel mondo come libertà di stampa, è da riformare totalmente attraverso qualche referendum. a questo però si aggiungono articoli faziosi come questo che non riprende l’intera realtà ma solo una parziale visione dei fatti! scusa se te l’ho fatto notare! saluti!

  8. Babs Says:

    Angel, insomma, tu mi puoi dire molte cose ma non che quello che scrivo sembra un comunicato di Bondi. C’è un limite a tutto. 😉 Non per disistima nel ministro, ma perché non mi sento proprio una velina di partito.
    Qui nessuno ha negato nessuna delle cose che tu dici: che negli anni 70 e 80 ci sono stati orrendi fatti di matrice fascista (e come farei a negarlo?) e ti faccio la cortesia di non risponderti segnalandoti fatti altrettanto orrendi di matrice rossa. Sarebbe una discussione sterile, non trovi?
    Io non nego (e non l’ho fatto nemmeno nell’articolo) che vi siano dei deficienti convinti che ora si possono fare giustizia da soli e, te lo ripeto, voglio più di te che siano puniti subito.
    Come potrei negare che le frange del tifo estremo sono colorate politicamente (ed estremamente)? Ho smesso di andare allo stadio per quello. E io non do nemmeno la colpa al governo di centrosinistra per non aver utilizzato i fondi europei, dove lo hai letto? Per me sono molti i governi che hanno responsabilità di quello che sta accadendo in Italia, perché nessuno si è mai preoccupato di adottare uno straccio di politica per l’immigrazione. Magari poteva rivelarsi sbagliata, ma almeno ci avevamo provato…
    Quello che io dico e che trovo fastidioso e irresponsabile, è che c’è tutto un sistema mediatico e politico che, non trovando altri argomenti, strumentalizza tutto per dimostrare che in Italia sono tornati al governo i fascisti. Non è vero. Non è vero che chi ha votato questo governo è fascista, non è vero che chi ha votato questo governo vuole vedere bruciare i campi rom e bastonare gli immigrati. Non è vero.
    Tutto qui. Poi se il mio articolo non ti è piaciuto, insomma, pazienza. Non si può mica essere sempre d’accordo.
    Saluti a te.
    Ps: secondo me il caso del padre che ha accoltellato il figlio gay non c’entra in questa discussione. Sono questioni culturali (o subculturali se ti fa piacere) che molto c’entrano con la società e l’educazione e poco con la politica. Secondo me.

  9. Angel Says:

    ecco, già va meglio e parli diversamente. comprendi come me le responsabilità dell’intero arco politico, nessuno escluso, nessuno ha risolto la questione immigrazione come si deve, nessuno negli ultimi 15 anni ha saputo davvero coniugare accoglienza e legalità.
    sono d’accordo, ci mancherebbe, non è vero che tutti coloro che hanno votato il centro-destra sono razzisti o fascisti. fatto sta che tra ALCUNI c’è questo clima di odio e intolleranza diffusa, incentivato dai politici stessi nei mass media(basti pensare ai “calci nel sedere ai clandestini” della Santanchè o alle “fucilate” di Bossi)..e quando accadono questi fatti, uno dopo l’altro, è evidente una connivenza di questi personaggi che si sentono “protetti” non si sa da chi ma è facile immaginarlo. a volte le parole sono più pericolose delle pietre.
    Per onestà prima delle difese d’ufficio(x questo mi riferivo a Sandro Bondi!) prima di prendersela con la demagogia di certa sinistra bisogna essere onesti e fare i conti anche con le responsabilità(gravi) dei propri politici. Ora in “luna di miele”..ma tra un po’ di mesi non più.. bisogna stimolare gli stessi ministri, gli stessi sindaci e politici locali perché non banalizzino ma prendano le nette distanze dall’estremismo violento di estrema destra, perché non condannino soltanto i “centri sociali” come fa la ministra Meloni ma altrettanto anche i “topi neri”. O ancora peggio il sindaco Tosi di Verona che si accanisce tanto con i clandestini(e perfino con i turisti che non possono mangiarsi un panino seduti su una panchina!!!) e poi l’uccisione di quel ragazzo l’ha definita “un caso su un milione”. E’ una vergogna, dovrebbe nascondersi. L’opposizione fa il suo mestiere, se ne APPROFITTA, di che vi lamentate?..ma tocca a chi sostiene la maggioranza stroncare le violenze politiche di ogni colore. ricordo ancora quel che successe durante il G8: i violenti erano da entrambe le parti, sia tra le forze dell’ordine che tra i manifestanti. ma quel governo allora accentuò un conflitto ancor più violento e lacerò ancora di più l’Italia condannando solo una parte..ora la giustizia ha fatto il suo corso e inizia ad emettere condanne sia per l’una che l’altra parte..
    è importante che non neghi i fattacci degli anni 70 80, appunto per questo non bisogna banalizzare. la Memoria a cosa serve perché certi fatti non accadano più?? così come ci si allerta tanto quando Amadinejad minaccia Israele di scomparire..perché tutti sappiamo che antisemitismo e antisionismo non sono stati cancellati del tutto ma sono due mostri che ogni tanto aleggiano nel mondo..e anche tra gli stessi italiani! idem per quanto riguarda squadracce o atti di terrore di vario genere rosso o nero che sia, razzismo, omofobia o crimini di vario tipo, la vigilanza deve rimanere alta. infine dici che il caso del figlio gay nn c’entra molto con la “giustizia fai da te” ma è solo un fatto subculturale..in realtà c’entra moltissimo anche con l’ignoranza dei politici che scatenano l’odio omofobico da qualche anno a questa parte. vuoi che ti ricordi “il Napalm” di Prosperini o “la pulizia etnica” di Gentilini??? solo due esempi, ma potrei trovartene decine e decine di affermazioni simili.. saluti!!!

  10. Stella Says:

    Ciascun cittadino italiano DEVE poter fare le affermazioni che crede; io prenderei a calci in culo tutti i clandestini, lo dico, lo affermo e continuero’ a pensarlo.
    L’insulsaggine del “sono cattivi quelli di sinistra ma quelli di destra sono piu’ cattivi” e’ roba ritrita che non fa piu’ presa su nessuno.
    I maledetti bastardi del precedente governo intitolarono un’aula della Camera (o del Senato?) a quel delinquente di Carlo Giuliani; e io non posso affermare che ne ho piene le tasche dei clandestini?
    Potrei trovarne IO, migliaia di affermazioni DI SINISTRA violente, intolleranti, omicide, devastatanti.
    E piantiamola con la similitudine antiebraismo=antirom,che sapete benissimo essere cose diverse.
    I rom cagano per strada,rubano,stuprano ed uccidono. Gli ebrei no.
    Ma basta, per favore, andate a pontificare piu’ in la’.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: