L’Olanda vieta il fumo (di sigaretta)

C’è una nube che si addensa minacciosa sulla ridente Olanda, sui canali di Amsterdam, sui suoi rinomati coffee shops e sulle frotte di giovani turisti che ogni anno invadono il Paese dei tulipani, raramente attratti dai quadri di Vincent Van Gogh. E non è una delle nuvole solite, di quelle dal caratteristico aroma, che si addensano solitamente nei locali della capitale. Al contrario, si tratta di una nube che minaccia di cambiare drasticamente il volto e le abitudini del Paese. Stiamo parlando della legge che vieta il fumo – quello di nicotina – nei locali pubblici, quella legge attiva in Italia dal lontano 2005 e che dal primo luglio di quest’anno è entrata in vigore anche in Olanda. Si fa strada quello che a noi appare come un controsenso pazzesco: in Olanda, dunque, sarà ancora possibile acquistare e consumare hashish e marjuana (non legali ma tolleratissimi) nei locali appositi – che pudicamente si chiamano coffee shops, anche se raramente vi si vede qualcuno con una tazza di caffè – , ma non le sigarette, almeno quelle classiche fatte col tabacco. Bisogna ammettere che la cosa fa un po’ sorridere. Sennonché, si pone un altro problema piuttosto serio: normalmente hashish e marjuana si fumano mischiate con il tabacco. Come si farà ora che il tabacco è vietato? (continua su Ideazione)

Annunci

3 Risposte to “L’Olanda vieta il fumo (di sigaretta)”

  1. Giano Says:

    Verranno tutti in Italia a fumare marjuana, basterà dire che sono rasta. Lo ha stabilito un giudice.
    Mi viene in mente che anche noi siamo salutisti, anche troppo. Dopo il divieto di fumo nei locali pubblici qualcuno ha introdotto anche quello all’aperto. Per esempio…a Napoli. La notizia è vecchia, forse dell’anno scorso, ma forse la ricordi. Napoli, quelli che bivaccano sulla spazzatura, inondati da diossina ed effluvi di ogni genere, cosa si inventano? Con una ordinanza del sindaco (sì, proprio lei, la Rosina) è vietato fumare nei parchi pubblici in presenza di bambini o donne incinta.
    Il problema è questo; se sei solo in un parco pubblico e vuoi fumare una sigaretta devi stare attento. Se c’è un bambino nell’arco di 100 metri lo riconosci e va bene, non fumi. Ma se in lontananza vedi una donna fumi o non fumi? Se è incinta non puoi fumare. Allora la prima cosa da fare, prima di accendere la sigaretta è precipitarsi verso quella donna e chiederle: “Scusi, lei è incinta?”
    Già, proprio così. Ma sì, tanto per sorridere.
    Buona serata 🙂

  2. gulliverstravels Says:

    e anche lk’Olanda è andata.
    Mi chiedo dove dovrò andare per bere una birra in un pub fumando una sigaretta…
    Ormai è diventato un piacere irrealizzabile

  3. hicks Says:

    Uff… dovro fare l’enome sforzo di fumare TUTTI purini quest’anno in vacanza. Signori, l’olanda è un paese STUPENDO!!!

    Scherzi a parte, in realtà la cosa ha senso se si considera che il fumo da “tabacco” con i suoi additivi è obbiettivamente piu dannoso rispetto a quello della cannabis… il paradosso esiste solo per chi è abituato al pensiero proibizionista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: